UX, L'ESPERIENZA UTENTE

La User Experience (UX), ovvero esperienza utente, è l’insieme di sensazioni, emozioni e ricordi provati dall’utente nella relazione con un sito, un prodotto o un brand. Un’esperienza migliore rappresenta il motivo per cui una persona sceglie un servizio anziché un altro. A determinare il successo di un prodotto sono le sensazioni e le emozioni che l'utente ne ricava e assimila. Investendo sull’innovazione e sulla UX si può certamente andare incontro a maggiori benefici futuri. Lo scopo dello UX designer è comprendere in anticipo quali passaggi incontrerà l'utente e in quale modo li supererà, e quindi costruire un contorno. 

 

UI, L'INTERFACCIA UTENTE

Per la progettazione delle interfacce utente (UI, User Interface) di siti web, e-commerce, macchine e software, applicazioni, device mobili e più in generale qualsiasi dispositivo elettronico, puoi affidarti allo User Interface Designer. Si occupa di tutta la parte visual e interattiva di un prodotto web, app, smartwatch e tv digitale. Non è raro che lo UI designer si interessi anche nella compilazione della pagina in HTML/CSS.
 

COME UX E UI LAVORANO INSIEME

Lo User Interface Designer e lo User Experience Designer hanno un ruolo complementare in uno stesso progetto: lavorano affinché l'utente possa essere condotto verso obiettivi specifici durante la sua navigazione, a seconda delle esigenze dell'azienda, e progettano l’interazione e i risultati di tale fruizione, in modo coerente e offrendo al fruitore un’esperienza positiva. 

La differenza principale quindi tra UX e UI sono gli obiettivi. Un progettista di UX si concentra sull'esperienza degli utenti, incluso tutto ciò che potrebbe motivarli o frustrarli, perché vorrebbero o non apprezzerebbero il prodotto. Va alla ricerca dell'elemento che non può mancare affinché l’utente si senta totalmente attratto dal sito.

Il progettista UI si occupa dei contenuti e del funzionamento dell'app. Usando queste informazioni come linea guida, lavora sul design e sull'interattività per garantire che l'utente comprenda il prodotto e trovi piacevole la presentazione.

 

OTTIMIZZARE CON LE HEATMAPS

Con il termine Heatmap (mappa di calore) si intende la rappresentazione visiva del comportamento e del percorso che un utente fa all’interno di un sito Internet, un blog o una pagina web. Misurare l’usabilità di un sito e analizza gli elementi o le voci che attirano l’attenzione e l’interesse.

La mappa non contiene numeri ma colori. Quelli più caldi (giallo, arancione, rosso) indicano le parti, sezioni o voci con una maggiore attività all’interno della pagina, mentre i colori più freddi (verde, azzurro, blu) indicano le zone dove con minore attività da parte degli utenti.

Grazie alle mappe di calore è possibile capire come ottimizzare i contenuti di una pagina: anziché basarsi su idee, intuizioni o su come si potrà navigare all’interno di un sito internet o di una landing page, grazie alle heat map è possibile capire dove i visitatori del sito passano più tempo o si focalizzano, dove cliccano, e quali aree inserite non coinvolgono l'utente risultando inutili e non perfrmanti, nonché non lette.

La Heatmap è quindi un elemento quindi di fondamentale importanza per la User Experience e la User Interface. Grazie ai dati acquisti, i designer possono modificare il sito web, pianificare la sua evoluzione grafica e ottimizzarlo in quei punti dove non c'è alcun calore. Ma possono anche facilmente capire se gli utenti hanno problemi, sapere cosa guardano e cosa cattura di più la loro attenzione, dove cliccano. E quindi perché un sito o una pagina non convertono.

Vuoi sapere come
possiamo aiutarti?

Contattaci, ti chiederemo le informazioni chiave che ci servono per formulare una proposta di strategia e un preventivo senza impegno.
 

Contattaci ora



We Made.

MARKETING BRANDING INTERACTIVE
See all case studies

Torrefazione Giurlani

Scopri la case

Approfondimenti e News

La Progettazione UX tra studio e costruzione della fiducia dell’utente
read